domenica 25 febbraio 2018

The Squad

afn:
The Squad

Click per ingrandire!

L’ Editoriale a Fumetti di oggi si ispira a  questa notizia QUA



from WordPress http://ift.tt/2HNCWQi
Vai su www.afnews.info per altre news!

L’antichità era a colori!

afn:
L’antichità era a colori!

Sarebbe il caso che lo sapessero, gli autori di fumetti. E molti lo sanno, ormai, dopo i bei “documentari” a fumetti di Jacques Martin e dei suoi eredi, che hanno mostrato come nell’antichità le statue, che poi per secoli ci si è abituati a vedere bianche (condizionando anche l’estetica degli scultori, a quanto si dice, almeno da Johann Joachim Winckelmann in poi), fossero in realtà riccamente colorate.

Un articolo di Vanilla Magazine torna sull’argomento, mostrando alcune opere coi colori che dovrebbero aver avuto in origine, tra le quali i Bronzi di Riace.

 

Fonte: vanillamagazine.it

Ecco il volume citato nell’articolo.

Acquista su Amazon.it

Ed ecco un video esemplificativo del lavoro fatto per scoprire i colori originali, grazie alle tecniche attuali.

E qualche altro video che mostra i risultati.



from WordPress http://ift.tt/2Cj3Yzw
Vai su www.afnews.info per altre news!

Mignolino e Clorofilla: Piripacchio il terribile, di Macherot!

afn:
Mignolino e Clorofilla: Piripacchio il terribile, di Macherot!

Leggi la storia completa su: Corrierino e Giornalino.

Qui qualche esempio dello stile di Raymond Macherot.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2CGFvQg
Vai su www.afnews.info per altre news!

sabato 24 febbraio 2018

Fascismi

afn:
Fascismi

Click per ingrandire la vignetta!   
L’ Editoriale a Fumetti di oggi si ispira a questa notizia QUA



from WordPress http://ift.tt/2EOHSGG
Vai su www.afnews.info per altre news!

Hop! 156 e Will Eisner

afn:
Hop! 156 e Will Eisner

Après un numéro 155 dédié à une réimpression du « Spécial Jijé », afin de rattraper un retard accumulé au fil des années, Hop ! propose une nouvelle livraison aussi variée que copieuse. De quoi satisfaire tous ceux qui s’intéressent à l’actualité de la bande dessinée…

afNews Web Surf – Vai direttamente alla fonte della notizia: BDzoom.com.


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2oz9vsu
Vai su www.afnews.info per altre news!

Luke Skywalker (Mark Hamill) avrà la propria stella nella Walk of Fame!

afn:
Luke Skywalker (Mark Hamill) avrà la propria stella nella Walk of Fame!

The iconic actor who portrayed Luke Skywalker in the Star Wars saga — and whose incredible body of work spans movies, TV, theatre, video games, and voice-over — will receive a star on the Hollywood Walk of Fame…

Leggi tutto qui: StarWars.com.

Embed from Getty Images


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.



from WordPress http://ift.tt/2orhU1y
Vai su www.afnews.info per altre news!

venerdì 23 febbraio 2018

BcBf 2018: utti i vincitori dei BolognaRagazzi Awards

afn:
BcBf 2018: utti i vincitori dei BolognaRagazzi Awards

BOLOGNARAGAZZI AWARD E BOLOGNARAGAZZI DIGITAL AWARD:

i vincitori e le menzioni speciali delle edizioni 2018

1.417 i libri arrivati a BolognaFiere da 41 Paesi e regioni del mondo Sezione speciale 2018: Art,Architecture & Design
Le anticipazioni delle tendenze editoriali: rinnovamento visuale che attraversa ogni categogoria a partire dal formato Un premio digital che apre alle categorie AR, Education e Cinema

BOLOGNARAGAZZI AWARD
Da oltre cinquant’anni il BolognaRagazzi Award rappresenta un’opportunità di visibilità a livello globale unica, che ne fa uno tra i più ambiti premi nel mondo dell’editoria per ragazzi. Riservato agli espositori della Fiera, il Premio si focalizza sulla qualità del progetto grafico-editoriale premiandone la forza innovativa, l’equilibrio e la capacità di entrare in dialogo con i giovani lettori cui si rivolge. Grazie al prestigio acquisito negli anni e all’attenzione che è in grado di catalizzare, il BRAW, al pari delle menzioni d’onore che vengono attribuite contestualmente, rappresenta una notevole opportunità di business sul mercato internazionale, qualità che ne fa un riconoscimento particolarmente ambito.

1.417 i titoli arrivati da 41 Paesi e regioni del mondo. Tre sono le tradizionali categorie assegnatarie del premio: Fiction, Non Fiction e Opera Prima (riservata agli autori esordienti). A queste si sono aggiunte Books & Seeds, introdotta per la prima volta durante l’edizione 2015 in occasione di Expo Milano e la sezione speciale Arte, inaugurata lo scorso anno e articolata su un progetto biennale, che vede nel 2018 un focus speciale sui libri di Architettura e Design. L’editoria per l’infanzia ha lavorato molto su queste tematiche e offre oggi titoli di grande interesse: libri che descrivono il mondo dell’architettura e del design; pubblicazioni speciali che svelano il lavoro di architetti che hanno cambiato la percezione delle città raccontandola a bambini e ragazzi attraverso l’illustrazione e la fotografia; albi che mostrano edifici pubblici che esaltano gli spazi urbani, oppure aree private diventate simbolo di un felice rapporto tra costruzione e natura. Per Art, Architecture & Design sono arrivati a BolognaFiere 176 titoli, una biblioteca plurilingue unica, pronta per essere scoperta, svelata, per dare a bambini e ragazzi inconsuete occasioni di visione assieme alla consapevolezza della realtà che li circonda e della quale possono sentirsi parte attiva.

La giuria di quest’anno, composta come sempre da esperti internazionali del settore, ha visto la partecipazione di Noma Bar, designer e illustratore israeliano di stanza a Londra, dall’approccio perspicace e innovativo, che che gli è valso numerosi premi internazionali; Philippe-Jean Catinchi, giornalista della sezione cultura di Le Monde e autore di libri per l’infanzia; Francesco Franchi, grafico, dal 2016 caporedattore a La Repubblica; Jannik Mulvad, specialista in web design e responsabile della sezione Famiglia e Bambini presso la biblioteca Dokk1 di Aarhus; Mariela Nagle, direttrice della libreria indipendente per l’infanzia “Mundo azul” di Berlino.

A questi, per la valutazione dei libri d’Arte, Architettura e Design, si sono aggiunti Massimo Iosa Ghini, architetto e designer fondatore del movimento culturale Bolidismo e membro del gruppo Memphis di Ettore Sottsass; Luca Boscardin, architetto e designer di giocattoli, italiano di stanza ad Amsterdam; Silvana Sola, fondatrice della libreria Giannino Stoppani e docente di storia dell’illustrazione; Veronica Cerruti, Responsabile dei servizi educativi dell’istituzione Bologna Musei. La giuria si è riunita a BolognaFiere nelle giornate del 9 e 10 febbraio, prestando un’attenzione particolare alle nuove tendenze del settore: il ruolo dell’illustrazione si fortifica sempre più, il rinnovamento visuale passa anche attraverso la diversificazioni dei formati. Grandi albi, piccoli libri, leporelli, board books di dimensioni nuove.

Tra i temi da sottolineare: la ” questione femminile”, con libri che diventano specchio della realtà e della cronaca, fino alle manifestazione americana delle cuffie rosa, accanto a sempre piú consolidate biografie al femminile; la morte, specie nelle culture orientali, affrontata con cuore aperto e delicatezza; da ultimo, ma davvero inedito, un nuovo interesse per lettura e scrittura come argomenti di racconto.

FICTION
VINCITORE
L’OISEAU BLANC
Testi di Alex Cousseau, illustrazioni di Charles Dutertre
Rouergue, Arles, Francia
MENZIONI SPECIALI
DOS CAMINOS
Testo e illustrazioni di Raul Guridi
Editorial Libre Albedrío, Aguadulce, Spagna
TUULEN VUOSI
Testo e illustrazioni di Hanna Konola
Etana Editions, Helsinki, Finlandia
OTTO
Testo e illustrazioni di Florie Saint-Val ed Etienne Exbrayat
MeMo, Nantes, Francia
ZGUBIONA DUSZA (The Lost Soul)
Testi di Olga Tokarczuk, illustrazioni di Joanna Concejo
Format, Wroclaw, Polonia
NON FICTION
VINCITORE
LOUDLY SOFTLY IN A WHISPER – I SEE THAT (collection)
Testo e illustrazioni di Romana Romayshyn e Andriy Lesiv
The Old Lion Publishing House, Lviv, Ucraina
MENZIONI SPECIALI
LOUIS PASTEUR ENQUETES POUR LA SCIENCE
Testi di Florence Pinaud, illustrazioni di Julien Billaudeau
Actes Sud/Palais de la Decouverte, Arles, Francia
LE RUBAN
Testo e illustrazioni di Adrien Parlange
Albin Michel Jeuness, Parigi, Francia
EGG
Testo e illustrazioni di Britta Teckentrup
Prestel, Monaco, Germania
OPERA PRIMA
VINCITORE
LA PLAGE
Testo e illustrazioni di Sol Undurraga
L’Agrume, Parigi, Francia

MENZIONI SPECIALI
WHO ARE YOU
Testo e illustrazioni di An Hyo-lim
Bandal, Paju, Corea del Sud
THE BOOK OF MISTAKES
Testo e illustrazioni di Corinna Luyken
Penguin Young Readers, New York, USA
L’ASCENSION DE SAUSSURE
Testo e illustrazioni di Pierre Zenzius
Rouergue, Arles, Francia
ART, ARCHITECTURE AND DESIGN
VINCITORE
CABANES
Testo e illustrazioni di Aurelién Debat
Editions des Grandes Personnes, Parigi, Francia
MENZIONI SPECIALI
WALL
Testo e illustrazioni di Jin-ho Jung
Bir Publishing, Seul, Corea del Sud
HAUS
Testi di Johannes Vogt, illustrazioni di Felicitas Horstschafer
Gesternberg, Hildesheim, Germania
MY MUSEUM
Testo e illustrazioni di Joanne Liu
Prestel, Monaco, Germania
WYTWORNIK GORA! (MOUNTAINS!)
Testo e illustrazioni di Madalena Matoso
Wytwórnia, Varsavia, Polonia
BOOKS&SEEDS
VINCITORE
LE POTAGER D’ALENA
Testo e illustrazioni di Sophie Vissiere
Actes Sud/Hélium éditions, Parigi, Francia
MENZIONE SPECIALE NEW HORIZONS
TREE DANCING
Testo e illustrazioni di Bae Yoo Jeong
Bandal, Paju, Corea del Sud

BOLOGNA RAGAZZI DIGITAL AWARD
Da sempre e per sua stessa natura attenta alle ultime tendenze in fatto di innovazione nel mondo dei contenuti per bambini e ragazzi, dal 2012 Bologna Children’s Book Fair organizza, in collaborazione con Children’s Technology Review (USA), il BolognaRagazzi Digital Award, premio internazionale per l’eccellenza e l’innovazione dei contenuti digitali attribuito agli editori e sviluppatori di app per bambini e ragazzi dai 2 ai 15 anni che più si siano distinti in questo campo, riuscendo a integrare gli aspetti più ludici dell’esperienza digitale con un valore educativo concreto. Quattro le categorie premiate: Fiction, Non Ficion, Education e AR (Realtà Aumentata) cui, per l’edizione 2018, si va ad aggiungere una nuova sezione dedicata al Cinema e organizzata in collaborazione con la Cineteca di Bologna nell’ambito del progetto europeo ABCinema Project. Il premio inoltre prevede delle menzioni speciali e una short – list di prodotti segnalati dalla giuria internazionale come contributo unico al settore del digital publishing per bambini.

In questa edizione i quattro componenti della Giuria – Warren Buckleitner, direttore di Children’s Technology Review (USA); Lucy Gill, si occupa di sviluppo di prodotti digitali ed è fondatrice di Digillis Consulting; Sylvia Van Ommen, illustratrice, si occupa di design interattivo e ha fondato la società Fruitcocktail; Roberta Franceschetti, giornalista e content creator, co-fondatrice del sito Mamamò; cui si aggiungono Elisa Giovannelli e Giuliana Valentini della Cineteca di Bologna per il progetto ABCinema – hanno passato al vaglio 116 candidature provenienti da 21 Paesi, scegliendo 5 vincitori, 6 menzioni speciali e una – shortlist di 7 menzionati. Ciascun titolo selezionato rappresenta un importante contributo all’editoria per l’infanzia grazie alla realizzazione delle potenzialità insite nelle tecnologie emergenti al servizio dei più giovani.

VINCITORI
FICTION: Old Man’s Journey (Broken Rules, Austria)
NON FICTION: Mammals (Tinybop, USA)
AUGMENTED REALITY (AR): iBugs AR (Carlton Books Ltd, Gran Bretagna)
EDUCATION: Slice Fractions 2 (Ululab, Canada)
CINEMA: Fox & Sheep Movie Creator (Fox & Sheep, Germania)
MENZIONI SPECIALI
Alien AR (Carlton Books Ltd, Gran Bretagna)
Cache-Cache Ville/Hide & Seek City (Vincent Godeau, Francia)
Fiete Hide & Seek (Ahoiii Entertainment UG, Germania)
Puppet Pals 2 (Polished Play LLC, USA)
We ARGH Pirates! (Avokiddo, Cipro)
SHORT LIST
Artie’s World (Minilab Studios, Gran Bretagna)
The Creature Garden (Tinybop, USA)
DreamWorks Dragons AR (Carlton Books Ltd, Gran Bretagna)
Grande Gatto Piccolo Gatto (minibombo, Italia)
Miffy’s World (Touch Press Inc./StoryToys, Irlanda)
My Molecularium (Rensselaer Polytechnic Institute, USA)
My Very Hungry Caterpillar AR (Touch Press Inc./StoryToys, Irlanda)



from WordPress http://ift.tt/2F0pEkJ
Vai su www.afnews.info per altre news!

Filosofi…

afn:
Filosofi…

Lo so, parafrasando Bennato  (& Lucio Dalla tambien ) potremmo dire che “Sono solo dei fumetti ma per me,  sciroccato fumettaro & fumettante,  i comics sono talvolta anche fonte di ispirazione filosofica!
Prova ne sia questa vignetta de “L’Ottavo Mare” con il Popeye di Segar che – l’espressione ingrugnita e decisa di chi è aduso ripetere “I yam whati I yam”– se ne esce con un’affermazione che cozza con cacofonico fragore contro tutte le imbellettate insulsaggini del caccosissimo consumismo di tutti i tempi!
————-
Altri esempi? Pat Clifton non è citato (mi pare) nella Storia della Filosofia Universale…

…e Winnie the Pooh non siede certamente alla destra di Kant e Platone…

… ma io un posticino nel Portico di Zenone o una panchinella nel Giardino di Epicuro a questi umili rappresentanti della Nuvole Parlanti lo darei volentieri!
———
Buona Filosofia a tutti!



from WordPress http://ift.tt/2HI0VA2
Vai su www.afnews.info per altre news!

$croogEconomy

afn:
$croogEconomy

Didascalia e fonti della vignetta si trovano cliccando sull’immagine

 L’ Editoriale a Fumetti di oggi si ispira a questa notizia QUA



from WordPress http://ift.tt/2BJscBP
Vai su www.afnews.info per altre news!

“Nelle pieghe del tempo”: nuovi poster e trailer italiani del film Disney live action

What IF…?

afn:
What IF…?

Didascalia e fonti della vignetta si trovano cliccando sull’immagine

 L’ Editoriale a Fumetti di oggi si ispira a questa notizia QUA



from WordPress http://ift.tt/2EZKPDp
Vai su www.afnews.info per altre news!

Viaggio fotografico intorno al mondo con Walt Disney!

afn:
Viaggio fotografico intorno al mondo con Walt Disney!

Nel corso della sua vita, Walt è stato spesso un “turista” entusiasta, che visitava destinazioni negli Stati Uniti d’America e in tutto il mondo. Sia che si trattasse di una prima, di una produzione cinematografica, o semplicemente di una vacanza con la sua famiglia, l’All-American Walt divenne un cittadino del mondo. Dalla Danimarca all’Argentina, dall’Inghilterra alla Grecia, dall’Austria, al Cile, dal Canada, alla Francia, senza dimenticare l’Italia…
In Travels with Walt Disney: A Photographic Voyage Around the World (ennesimo volume a tema Disney di Jeff Kurtti), ci sono le fotografie rare e quelle inedite, in mostra insieme a ricordi visivi e aneddoti illuminanti, organizzati in un “diario di viaggio” unico nel suo genere, come se  Walt stesso avesse documentato queste eccitanti escursioni per mantenere vivi i ricordi e condividerli con i lettori.
160 pagine in uscita il 3 aprile 2018. ISSN 9781484737682

Alcuni degli altri libri di Jeff.

Fonte:

Video: Il documentario su Vittorio Giardino…

afn:
Video: Il documentario su Vittorio Giardino…

Dovresti averlo già notato in un altro post di afNews, ma se non ci avessi fatto caso, eccolo, il trailer.

Le Circostanze | Trailer from lorenzo cioffi on Vimeo.

Le Circostanze. I romanzi disegnati di Vittorio Giardino
52′ | 2018 | regia di Lorenzo Cioffi
prodotto da Ladoc, Colibrì film, Isola Film,
con il sostegno di Emilia Romagna Film Commission
con il contributo di Regione Campania
in collaborazione con Film Commission Regione Campania



from WordPress http://ift.tt/2olC7WO
Vai su www.afnews.info per altre news!

Video – FUMETTO: IL CROWDFUNDING, QUESTO SCONOSCIUTO (allo Spazio WOW)

afn:
Video – FUMETTO: IL CROWDFUNDING, QUESTO SCONOSCIUTO (allo Spazio WOW)

… C’è un video, molto ben montato e speriamo anche interessante; che serva anche da esempio per chi i dibattiti o gli incontri non li filma e non ha mai voluto filmarli, men che meno metterli online, disperdendo in questo modo possibilità di riflessione, intelligenza e anche facendo perdere un po’ di tempo a chi si adopera a confezionarli, i convegni e gli incontri…

Trovi tutto nel blog di Luca Boschi: Cartoonist globale.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.



from WordPress http://ift.tt/2Ce7ZoM
Vai su www.afnews.info per altre news!

Dupuis e il filo della Storia, a fumetti per i più giovani

afn:
Dupuis e il filo della Storia, a fumetti per i più giovani

“Il successo della collana La Petite Bédéthèque du savoir, lanciata l’anno scorso dalle edizioni du Lombard (che conta già 20 titoli) ha suggerito buone idee anche alla concorrenza”. Ecco infatti l’editore Dupuis che propone una nuova collana per l’infanzia chiamata Le Fil de l’Histoire. Insomma, dopo la Scienza per i più giovani, ora la Storia!
Magari si potrebbero tradurre in italiano, chissà…

Trovi i dettagli dagli amici di: BDzoom.com.

Le fil de l’Histoire: i grandi fatti dell’umanità, per giovani lettori

Fonte: dupuis.com


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2FsvOYQ
Vai su www.afnews.info per altre news!

giovedì 22 febbraio 2018

Vittorio Giardino e Jonas Fink su Tv7 il 23 febbraio!

afn:
Vittorio Giardino e Jonas Fink su Tv7 il 23 febbraio!

Dal palinsesto RAI:

Del rapporto con il fumetto, che definisce “la libertà della fantasia assoluta” e con i suoi “figli di carta”, personaggi che, gli sembra, acquistino vita propria, parlerà Vittorio Giardino. Considerato all’estero il più elegante e raffinato fumettista italiano, si racconta alla vigilia dell’uscita del suo ultimo libro dedicato a Jonas Fink, libraio della primavera di Praga. Dal movimento studentesco nella Bologna degli anni Settanta, a oggi, il suo pennino – dice – ha percorso milioni di chilometri

Se te lo perdi, c’è sempre Rai play.



from WordPress http://ift.tt/2GEpTPt
Vai su www.afnews.info per altre news!

Vittorio Giardino e Jonas Fink su Tv7 il 23 febbraio!

afn:
Vittorio Giardino e Jonas Fink su Tv7 il 23 febbraio!

Dal palinsesto RAI:

Del rapporto con il fumetto, che definisce “la libertà della fantasia assoluta” e con i suoi “figli di carta”, personaggi che, gli sembra, acquistino vita propria, parlerà Vittorio Giardino. Considerato all’estero il più elegante e raffinato fumettista italiano, si racconta alla vigilia dell’uscita del suo ultimo libro dedicato a Jonas Fink, libraio della primavera di Praga. Dal movimento studentesco nella Bologna degli anni Settanta, a oggi, il suo pennino – dice – ha percorso milioni di chilometri

Se te lo perdi, c’è sempre Rai play.



from WordPress http://ift.tt/2HEoidO
Vai su www.afnews.info per altre news!

Vittorio Giardino e Jonas Fink su Tv7 il 23 febbraio!

afn:
Vittorio Giardino e Jonas Fink su Tv7 il 23 febbraio!

Dal palinsesto RAI:

Del rapporto con il fumetto, che definisce “la libertà della fantasia assoluta” e con i suoi “figli di carta”, personaggi che, gli sembra, acquistino vita propria, parlerà Vittorio Giardino. Considerato all’estero il più elegante e raffinato fumettista italiano, si racconta alla vigilia dell’uscita del suo ultimo libro dedicato a Jonas Fink, libraio della primavera di Praga. Dal movimento studentesco nella Bologna degli anni Settanta, a oggi, il suo pennino – dice – ha percorso milioni di chilometri

Se te lo perdi, c’è sempre Rai play.



from WordPress http://ift.tt/2Gz0qqE
Vai su www.afnews.info per altre news!

Vittorio Giardino e Jonas Fink su Tv7 il 23 febbraio!

afn:
Vittorio Giardino e Jonas Fink su Tv7 il 23 febbraio!

Dal palinsesto RAI:

Del rapporto con il fumetto, che definisce “la libertà della fantasia assoluta” e con i suoi “figli di carta”, personaggi che, gli sembra, acquistino vita propria, parlerà Vittorio Giardino. Considerato all’estero il più elegante e raffinato fumettista italiano, si racconta alla vigilia dell’uscita del suo ultimo libro dedicato a Jonas Fink, libraio della primavera di Praga. Dal movimento studentesco nella Bologna degli anni Settanta, a oggi, il suo pennino – dice – ha percorso milioni di chilometri

Se te lo perdi, c’è sempre Rai play.



from WordPress http://ift.tt/2HEoh9K
Vai su www.afnews.info per altre news!

Vittorio Giardino e Jonas Fink su Tv7 il 23 febbraio!

afn:
Vittorio Giardino e Jonas Fink su Tv7 il 23 febbraio!

Dal palinsesto RAI:

Del rapporto con il fumetto, che definisce “la libertà della fantasia assoluta” e con i suoi “figli di carta”, personaggi che, gli sembra, acquistino vita propria, parlerà Vittorio Giardino. Considerato all’estero il più elegante e raffinato fumettista italiano, si racconta alla vigilia dell’uscita del suo ultimo libro dedicato a Jonas Fink, libraio della primavera di Praga. Dal movimento studentesco nella Bologna degli anni Settanta, a oggi, il suo pennino – dice – ha percorso milioni di chilometri

Se te lo perdi, c’è sempre Rai play.



from WordPress http://ift.tt/2GFfLpP
Vai su www.afnews.info per altre news!

Donald-il-fine-pedagogo

afn:
Donald-il-fine-pedagogo

Didascalia e fonti della vignetta si trovano cliccando sull’immagine

L’ Editoriale a Fumetti di oggi si ispira a questa notizia QUA



from WordPress http://ift.tt/2BJqMXO
Vai su www.afnews.info per altre news!

Igort direttore di Linus

afn:
Igort direttore di Linus

Linus, cambio al vertice: via Galeotti, arriva Igort. Elisabetta Sgarbi ha deciso l’avvicendamento al giornale pubblicato dal 1993 da Baldini + Castoldi, marchio del quale è direttore editoriale. ambio al vertice nel mondo del fumetto: Pietro Galeotti lascia la direzione della storica rivista «Linus»e con lui anche il caporedattore Ivan Carozzi. A prendere il posto di Galeotti sarà Igort (Igor Tuveri), maestro della graphic novel, fondatore di Coconino Press e, oggi, direttore editoriale di Oblomov, nuova realtà nata dal suo sodalizio con Elisabetta Sgarbi…

Leggi tutto su: corriere.it



from WordPress http://ift.tt/2CBBIDV
Vai su www.afnews.info per altre news!

Video: 22 autori della Nona Arte fanno entrare il fumetto nei musei

afn:
Video: 22 autori della Nona Arte fanno entrare il fumetto nei musei

Proprio così. Da oggi. E stavolta non sto parlando delle solite belle iniziative della francofonia. No, riguarda l’Italia. Dovresti averne già letto in giro (almeno spero), ma qui voglio offritela così come viene presentata in Francia. Eh, sì.

Trovi tutto su: Actualitté – Une page de caractère.


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2CCsYgQ
Vai su www.afnews.info per altre news!

Zaniboni, Stano, Bianchi: Maestri della Matita in mostra

afn:
Zaniboni, Stano, Bianchi: Maestri della Matita in mostra

c.s.: Proseguono le grandi mostre dedicate da WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano ai grandi protagonisti della Nona Arte. Dopo le due grandi mostre dedicate a Aurelio Galleppini (creatore di Tex Willer) e a Guido Crepax, dal 3 marzo al 13 maggio sarà allestita una mostra davvero unica che omaggia tre grandi matite italiane, tre protagonisti assoluti appartenenti a tre generazioni e scuole diverse: Sergio Zaniboni (recentemente scomparso, disegnatore che ha aggiornato l’immagine di Diabolik diventandone uno dei disegnatori più apprezzati), Angelo Stano (autore fondamentale di Dylan Dog e copertinista dal numero 42 al 361) e Simone Bianchi (uno dei maggiori artisti al lavoro sui supereroi Marvel e DC Comics).

Allestita con il sostegno di LYRA, brand di F.I.L.A. dedicato al disegno artistico e alle belle arti e Matita Ufficiale di WOW Spazio Fumetto, la mostra propone una ricchissima carrellata di schizzi, bozzetti, illustrazioni, tavole e copertine di questi artisti, raccontando l’evoluzione del loro stile e del loro metodo di lavoro, permettendo di ammirare come hanno saputo raccontare personaggi amati da milioni di persone, come Spider-Man, Dylan Dog o Diabolik, usando uno strumento semplice ma potentissimo, capace di creare un universo immaginario con pochi tratti: la matita.

In occasione della mostra, WOW Spazio Fumetto organizza masterclass professionali con tre artisti della matita: Simone Bianchi e Angelo Stano, protagonisti della mostra, e Martoz, astro nascente del fumetto italiano.

La mostra sarà inaugurata sabato 3 marzo in un incontro pubblico con Simone Bianchi e Angelo Stano. Sarà visitabile fino al 13 maggio 2018 presso WOW Spazio Fumetto (Viale Campania 12) tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 15.00 alle 19.00 e il sabato e la domenica dalle 15.00 alle 20.00. Chiusa a Pasqua (1° aprile), il 25 aprile e il 1° maggio. Chiusura straordinaria giovedì 15 marzo. Ingresso 5 euro (intero) e 3 euro (ridotto).


I MAESTRI

DELLA MATITA

Sergio Zaniboni (Diabolik), Angelo Stano (Dylan Dog)
e Simone Bianchi (Marvel)

3 marzo – 13 maggio 2018

WOW SPAZIO FUMETTO
Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano

Viale Campania, 12 – Milano

Info: 02 49524744/45 – www.museowow.it

Ingresso 5 euro (intero), 3 euro (ridotto)
Dal martedì al venerdì dalle 15.00 alle 19. Sabato e domenica dalle 15.00 alle 20.00. Lunedi chiuso.


Alla base di ogni fumetto c’è uno strumento, la matita. I più grandi disegnatori di ogni epoca e paese hanno da sempre tracciato prima a matita rapidi schizzi delle loro tavole, stabilendo volumi e inquadrature, per poi passare a definirli sempre più fino ad arrivare alla tavola completa, da passare quindi a china o da dipingere.

Quando un fumetto è frutto di un lavoro d’équipe, quello che in gergo tecnico viene chiamato “matitista” è sempre l’autore più esperto nel team artistico, affiancato poi da disegnatori più giovani con il compito di rifinire e inchiostrare le sue tavole.

La mostra celebra il lavoro di tre dei più importanti disegnatori italiani di fumetto seriale, esempi e punti di riferimento per gli altri disegnatori e per chi sogna un giorno di diventarlo. Il racconto delle loro carriere, legate ai personaggi più celebri a cui hanno prestato la propria arte e sviluppato attraverso l’esposizione di preziose tavole originali, è accompagnato da bozzetti, studi, matite, tavole incompiute, provenienti dai cassetti dei loro studi, dall’archivio della Fondazione Franco Fossati e da importanti collezioni private, oltre che dagli archivi della casa editrice Astorina.

Perché questi autori?

Per questa mostra si sono scelti tre autori che, al di là della grande bravura con la matita, avessero sensibilità e percorsi professionali completamente diversi.

Sergio Zaniboni è l’artista che ha rinnovato l’immagine di Diabolik nelle sue storie a partire dalla fine degli anni Sessanta, con uno stile che è diventato quello che i lettori oggi associano all’immagine del personaggio.

Ogni storia di Diabolik è frutto di un lavoro di squadra, in cui disegno e inchiostrazione sono generalmente realizzati da persone diverse, in modo che in fase di inchiostrazione venga data un’uniformità grafica che rende il personaggio molto riconoscibile.

Pur all’interno di una tradizione così radicata, Zaniboni ha saputo innovare il mondo di Clerville con il suo stile estremamente realistico, che si avvale dell’uso frequente di fotografie in fase di disegno e di una scelta dell’inquadratura di sapore cinematografico. Non è un caso che l’arte di Zaniboni sia spesso utilizzata per gli innumerevoli prodotti di merchandising dedicati al Re del Terrore. E non è un caso che una storia disegnata da Sergio Zaniboni sia la sola ad essere stata pubblicata direttamente a matita, all’interno dell’albo speciale Notte magica.

Angelo Stano è l’autore a cui Sergio Bonelli Editore ha affidato il compito di disegnare la prima storia di Dylan Dog, L’alba dei morti viventi. Il suo segno sporco e ruvido, i suoi personaggi scavati, contorti, quasi emaciati, perfetti per le trame horror, ricordano da vicino lo stile del pittore austriaco Egon Schiele. Nonostante le copertine e il design iniziale del personaggio siano opera di Claudio Villa, è lo stile di Stano a essere subito abbinato al personaggio, tanto che dal numero 42 ne diventa il copertinista ufficiale: per 26 anni è lui a disegnare le copertine della serie regolare e di varie edizioni speciali, le immagini promozionali e sempre a lui vengono affidate le storie più importanti. È sua l’immagine di Dylan Dog più famosa in assoluto, frontespizio di quasi tutti gli albi di cui è stato copertinista, quella che lo vede camminare verso il lettore in compagnia dell’assistente Groucho seguito da una massa di mostri, omaggio al quadro Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo. Nonostante da qualche anno disegni in digitale, Stano continua ad adoperare la matita per realizzare studi e bozzetti, che poi rifinisce al computer.

Simone Bianchi è uno dei disegnatori italiani più apprezzati negli Stati Uniti. Le sue matite hanno tratteggiato tutti i supereroi più importanti, prima che Marvel Comics lo ingaggiasse in esclusiva: per la Casa delle Idee ha disegnato centinaia di pagine, copertine e illustrazioni di Spider-Man, Wolverine, Thor, Capitan America, ma anche tavole per Star Wars apprezzate dallo stesso George Lucas. Il suo stile è potente, molto ricco. Nelle sue tavole il segno a matita è protagonista indiscusso, utilizzato per disegnare linee molto dinamiche e per dare forma alle masse imponenti dei corpi dei supereroi. La matita è spesso lasciata visibile, non coperta dalla china: sarà il colore, dipinto ad acrilico sulle copertine o aggiunto in digitale sulle tavole interne, sempre insieme a espressivi sprazzi di colore acrilico, a completare il pezzo.

Grazie a questa tecnica mista di matita, chine e acrilico, Simone Bianchi riesce a rappresentare dei personaggi estremamente realistici, quasi fotografici; in ogni sua tavola inserisce sempre un guizzo, un colpo di genio, firma del suo talento, che dona un alito di vita al disegno.

Il percorso espositivo

La mostra sarà introdotta da una sezione tecnica sulla realizzazione del fumetto. Saranno riassunte le varie fasi di lavorazione: l’ideazione della storia e la stesura del soggetto e della sceneggiatura; gli studi dei personaggi; la fase di layout delle tavole; il disegno a matita, il ripasso a china, la colorazione e il lettering. Questo percorso sarà realizzato sia con disegni originali, sia con l’ausilio di riproduzioni. Verranno inoltre mostrati gli strumenti necessari per fare un fumetto: i vari tipi di matita, le chine, la carta, i colori, con curiosità storiche e sulla produzione dei vari strumenti.

A chiudere la sezione, un’esposizione di tavole a matita di autori come Magnus e Jack Kirby, Corrado Mastantuono e Tanino Liberatore, Will Eisner e Carlo Peroni, per poter ammirare direttamente tecnica e approccio di maestri di epoche e provenienze diverse.

Ad ognuno dei tre disegnatori protagonisti della mostra sarà dedicata una sala, in cui il percorso creativo dell’artista verrà raccontato attraverso schizzi, disegni, riproduzioni delle tavole stampate, ingrandimenti e particolari per guidare al meglio il visitatore lungo il processo di realizzazione del fumetto. Ogni sezione diventerà così una vera e propria personale dell’artista, ripercorrendone la carriera e focalizzandosi sulla diversità di stile e di approccio dei diversi artisti.

L’allestimento porrà al centro della mostra proprio il segno dell’autore. Lungo le pareti e a dividere le sezioni troveranno spazio pannelli e teli decorati con ingrandimenti di tavole e copertine dei vari autori.

La mostra, in collaborazione con LYRA, il brand di F.I.L.A. dedicato al disegno artistico e alle belle arti nonché Matita Ufficiale di WOW Spazio Fumetto, sarà allestita dal 3 marzo al 13 maggio presso WOW Spazio Fumetto. Angelo Stano e Simone Bianchi saranno presenti all’inaugurazione della mostra, aperta al pubblico, sabato 3 marzo alle ore 16:30.

Le masterclass

In occasione della mostra, in sinergia con LYRA, Matita Ufficiale di WOW Spazio Fumetto e grazie al know how di F.I.L.A., sono state sviluppate delle masterclass professionali che saranno tenute da Simone Bianchi, Angelo Stano e Martoz, astro nascente del fumetto italiano, vincitore degli importanti premi Micheluzzi e Boscarato. Ogni lezione, della durata di 4 ore, approfondirà un diverso aspetto del disegno a matita.

La MasterClass rappresenta un’occasione unica per conoscere il mondo del disegno e dei suoi strumenti e per lavorare con autori che, proprio attraverso le matite, realizzano la propria arte e la propria professione. Un’esperienza che consente di confrontarsi con i maestri della matita e di conoscerne il grande potenziale artistico, per imparare a rendere visibile e concreta la propria creatività attraverso il segno puro a matita tracciato sul foglio. Unoccasione per conoscere stili e generi differenti, tratti specifici e caratterizzanti di un autore, grazie ai quali cercare un proprio stile e un proprio tratto. Durante le lezioni i partecipanti impareranno a utilizzare correttamente i diversi tipi di mine e le sue gradazioni, scoprendo come esse influiscano sul disegno. Impareranno a regolare la pressione sul foglio, in dipendenza del segno che vogliono ottenere, e a come servirsi delle diverse matite per ottenere gli effetti desiderati. Apprenderanno alcune tecniche fondamentali del disegno e verranno guidati nella creazione della propria tavola, dalla progettazione iniziale, fino alla realizzazione finale utilizzando le diverse tipologie di mine e applicando le diverse tecniche.

Di seguito le date delle masterclass. Per informazioni e prenotazioni: edu@museowow.it

Simone Bianchi – domenica 4 marzo

Martoz – domenica 22 aprile

Angelo Stano – sabato 5 maggio

Gli autori

Sergio Zaniboni (1937-2017) è stato per lunghi anni il disegnatore più rappresentativo di Diabolik. Moltissime storie sono nate dalle sue matite, ma anche centinaia di copertine, manifesti, pubblicità, e addirittura l’album di figurine del “Re del terrore”. Inizia a disegnare fumetti nel 1962 illustrando I promessi sposi per l’editore Gino Sansoni per il quale collabora anche alla rivista Horror. Per Il Giornalino ha disegnato la serie Il campione, l’albo Il giro del mondo del Surprise (L’impresa di Ambrogio Fogar), la serie Il tenente Marlo (su testi di Claudio Nizzi), le serie Speedy Car, Reporter Blues e Maj Lin e insieme al figlio Paolo ha inventato il personaggio per bambini Steam Rail di cui ha disegnato le prime storie. Ha collaborato a vari supplementi de Il Giornalino tra cui James Bond operazione Tuono e Charlie Chaplin. Per Comic Art ha disegnato l’albo di Pam & Peter e per Sergio Bonelli Editore, su testi di Nizzi, l’albo speciale di Tex n.4 Piombo rovente e per Ken Parker Magazine Lo scrittore smemorato. In occasione dell’uscita del secondo numero de Il grande Diabolik ha inventato e messo a punto, insieme al figlio Paolo, un metodo per ripassare a “china” le sue matite direttamente a computer, lavoro che ha portato avanti Paolo e che hanno implementato con la lavorazione del colore e della grafica delle copertine di Diabolik. Tra i vari riconoscimenti ha ricevuto il premio “Yellow Kid” alla carriera. Fuori dall’ambito fumettistico, è il creatore dello storico logo delle figurine Panini. La mostra è anche l’occasione per ricordare questo grande maestro recentemente scomparso.

Angelo Stano (1953) è noto soprattutto per il suo apporto a Dylan Dog (Sergio Bonelli Editore), di cui ha disegnato nel 1986 il primo numero, L’alba dei morti viventi. Dalle sue matite sono usciti alcuni dei numeri più importanti della serie, come il 25 Morgana, il 43 Storia di nessuno, e il 100 La storia di Dylan Dog. Soprattutto, è stato il copertinista della serie dal numero 42 al numero 361. Prima di dedicarsi a Dylan Dog, Stano ha collaborato con le case editrici Mondadori, Dardo, Ediperiodici, Edifumetto, Universo, per il settimanale Corrier Boy e altri editori e testate a fumetti. Di recente ha pubblicato per Comicout il libro Angelo Stano il Maestro di Dylan Dog, primo volume della collana didattia Corsi d’autore.

Simone Bianchi (1972) inizia collaborando con diverse casi editrici italiane e dipingendo alcune copertine di album musicali. Il suo esordio negli Stati Uniti avviene nel 2004, disegnando Seven Soldiers: Shining Knight per la DC Comics, su testi di Grant Morrison. Diventa in breve tempo uno degli artisti più richiesti del mercato americano, lavorando sia per DC che per la Marvel sugli eroi più famosi, da Wolverine a Batman, da Green Lantern a Spider-Man. Alcuni suoi pezzi sono stati battuti in asta sia da Christie’s che da Sotheby’s.



from WordPress http://ift.tt/2Fmrvya
Vai su www.afnews.info per altre news!

Papini intervista Vittorio Giardino, con tanto di video

Quando Hayao Miyazaki mandò una katana a Harvey Weinstein

Dominique Corbasson passed away

afn:
Dominique Corbasson passed away

L’auteure et illustratrice Dominique Corbasson est décédée ce mercredi 21 février 2018, à l’âge de 59 ans. Née en 1958, Dominique Corbasson s’oriente d’abord vers une carrière de styliste, et dessine pour de nombreuses marques avant de publier son premier livre, L’oasis d’Aïcha, sur un texte de Achmy Halley, aux éditions Syros en 1996. Elle a depuis publié une quarantaine d’ouvrages, dont une bande dessinée, et a participé à un nombre impressionnant d’expositions…

Trovi tutto su: Actualitté – Une page de caractère.


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2CctF4B
Vai su www.afnews.info per altre news!

Jurassic World 3 previsto per giugno 2021

afn:
Jurassic World 3 previsto per giugno 2021

Universal Pictures has set “Jurassic World 3” to bow on June 11, 2021, and tapped Emily Carmichael to join Colin Trevorrow as co-writer of the next pic. “Jurassic World: Fallen Kingdom,” directed by J.A. Bayona, is set to open on June 22, 2018.

Trovi tutto su: Variety.


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2FoGRSQ
Vai su www.afnews.info per altre news!

A Cartoomics 25: Disney Panini, novità, variant covers di Topolino 3250, incontri con autori

afn:
A Cartoomics 25: Disney Panini, novità, variant covers di Topolino 3250, incontri con autori

c.s.: Milano, 21 febbraio 2018 – Disney Panini Comics, guidata dal settimanale Topolino, sarà presente anche quest’anno a Cartoomics, la kermesse dedicata al fumetto, al cinema, ai giochi e all’entertainment a 360 gradi che si svolge a Fiera Milano Rho dal 9 all’11 marzo 2018, che celebra il suo 25° anniversario.

Appassionati fan e lettori troveranno ad attenderli novità esclusive per la manifestazione, oltre a una serie di incontri con autori prestigiosi, da Silvia Ziche a Tito Faraci, da Casty a Marco Gervasio. Lo stand Disney Panini Comics è al Padiglione 16.

 TOPOLINO: DOPPIA COVER VARIANT

Tante le novità che il settimanale a fumetti più famoso d’Italia presenterà nel corso della manifestazione, a partire dalla cover variant speciale del numero 3250, firmata da Silvia Ziche, per celebrare il 25° anniversario di Cartoomics.

Anche gli amanti di PK non resteranno delusi: Topolino 3250 a Cartoomics avrà infatti una seconda cover variant soft touch con un prorompente Pikappa di Lorenzo Pastrovicchio, che, sullo stesso numero, firma anche la storia PK – L’orizzonte degli eventi, scritta da Francesco Artibani, il primo capitolo di una nuova saga dedicata al supereroe di Paperopoli.

OMAGGIO AI FUMETTI BONELLI

Ma non finisce qui. Topolino 3250 omaggia infatti anche i fumetti Bonelli con la sua cover story Topin Mystère e Orobomis, la città che cammina, disegnata da Casty in collaborazione con Alfredo Castelli, in cui Topolino, nei panni del detective dell’implausibile Topin Mystère, è alle prese con un mistero ai limiti dell’incredibile: la ricerca di una città capace di …muoversi!

A Cartoomics verrà inoltre presentata la trilogia Limited DeLuxe Edition dedicata agli omaggi Disney ai fumetti Bonelli: un prestigioso volume cartonato con le avventure delle versioni disneyane di Dylan Dog, Nathan Never e Tex Willer ovvero Dylan Top e l’alba dei topi invadenti, da un’idea di Tiziano Sclavi e Roberto Recchioni, con sceneggiatura di Tito Faraci e i disegni di Paolo MotturaBum un Ranger in azione, rivisitazione di Tex Willer firmata da Corrado Mastantuono e Ciccio Never – Agente speciale salsa, di Riccardo Secchi con i disegni di Alessandro Perina.

TOPOLINO E… LE CRONACHE DAL REGNO DEI DUE LAGHI – La Raccolta

Un divertente volume con tutte le storie della divertente saga fantasy Topolino e… Le Cronache dal Regno dei Due Laghi, scritta da Tito Faraci e disegnata da Silvia Ziche, in cui Re Topolino è alle prese con i suoi pretenziosi sudditi, a cui deve elargire continuamente denaro e favori. L’arrivo dei barbari capitanati da Gambadilegno apre però inaspettate possibilità al re insoddisfatto…

FANTOMIUS DELUXE

Novità in arrivo anche per Fantomius, l’eroe mascherato nato dalla penna e dalla matita di Marco Gervasio. Nel volume cartonato edizione DeLuxe Le strabilianti papere di Fantomius sono raccolte le più belle avventure del ladro gentilpapero in compagnia delle sue controparti femminili, da Lady Senape a Dolly Paprika. Inoltre, tutti i venti episodi della saga di Fantomius sono raccolti in cinque volumi della Disney Definitive Collection.

DISNEY CLASSIC&REMAKE, UNA NUOVA COLLANA

Disney Classic&Remake è la nuova collana dedicata ai superclassici del fumetto Disney, a confronto con i loro sequel/remake/reboot. Nel primo volume non poteva mancare un autore come Carl Barks con la sua celeberrima storia Il Natale di Paperino sul Monte Orso, che segna la prima apparizione di Paperon de’ Paperoni e a cui hanno fatto seguito altrettanto celebri sequel come Zio Paperone e un altro Natale sul Monte Orso, di Lars Bergström e Tom Anderson e disegnata da Daniel Branca e Zio Paperone in… Un altro Natale sul Monte Orso di Tito Faraci con i disegni di Giorgio Cavazzano. Un volume da non perdere, per una full immersion nel mondo dei paperi tra grandi artisti.

DISNEY DEFINITIVE COLLECTION –  LE STORIE DELLA P.I.A. 1

La P.I.A., la Paperon Intelligence Agency fondata dallo Zione per proteggere il suo enorme patrimonio, entra nella collana Disney Definitive Collection con una serie di storie a tema. Si parte con Paperino missione Bob Finger, un classico del 1966 firmato da due grandi del fumetto Disney, Carlo Chendi e Romano Scarpa e che segna la prima apparizione della P.I.A., a cui seguono altre due avventure con protagonisti i paperi-spia.

TESORI MADE IN ITALY – I CAPOLAVORI DI MASSIMO DE VITA

Torna Tesori Made in Italy con un ciclo tutto nuovo dedicato a un grande Maestro dell’arte disneyana: Massimo De Vita. Il volume presentato a Cartoomics – il primo di una serie di quattro – raccoglie quattro storie selezionate dall’artista stesso. Tra queste, Paperino e la saga della frittella, la prima scritta oltre che disegnata dal Maestro milanese.

L’ALTROTOPO – TOPOLINO RACCONTA L’ARTE

L’AltroTopo –Topolino racconta l’arte è una raccolta dedicata all’arte e alla sua storia, che comprende grandi avventure ispirate a grandi artisti, scritte da Roberto Gagnor e disegnate da Stefano Zanchi. Tra queste, la storia Zio Paperone e la factory di Andy Duckhol, ambientata nella Paperopoli degli anni Sessanta e dedicata ad Andy Warhol, o Dinamite Van Gogh e le melanzane pittoriche, ispirata al grande pittore olandese. Ogni storia è accompagnata da un approfondimento del settimanale Topolino sull’artista.

INCONTRI CON GLI AUTORI

Tre momenti da non perdere per approfondimenti, curiosità e i dietro le quinte delle principali novità presentate a Cartoomics:

  • Sabato 10 marzo ore 12.45, Spazio Agorà 1, con Casty, Alfredo Castelli, Tito Faraci e Riccardo Secchi

Backstage dell’omaggio del settimanale Topolino al famoso personaggio Bonelliano Martin Mystère e della celebrazione disneyana del fumetto “made in Italy”.

  • Sabato 10 marzo ore 17, spazio Agorà 1, con Silvia Ziche e Tito Faraci

Un momento per divertirsi insieme agli autori, alla scoperta del dietro le quinte della saga fantasy a fumetti tutta da ridere.

  • Domenica 11 marzo ore 15, Spazio Agorà 1, con Marco Gervasio

Appuntamento dedicato a Fantomius per scoprire segreti e curiosità sull’eroe mascherato, precursore di Paperinik.

Inoltre, gli autori Marco Gervasio, Silvia Ziche, Luca Usai, Casty e Alessandro Perina saranno a disposizione del pubblico presso l’area Signing in momenti prestabiliti nel corso delle tre giornate (per info: www.topolino.it).

Non mancheranno neppure i momenti per i più piccolisabato dalle 15.30 alle 17 presso l’area Signing incontro con Marco Gervasio e domenica, sempre dalle 15.30 alle 17, con Blasco Pisapia per scoprire come nascono i fumetti Disney. L’iscrizione è gratuita e va effettuata fino a mezz’ora prima dell’appuntamento presso lo stand Disney Panini Comics al Pad. 16.

Seguite gli aggiornamenti sul sito www.topolino.it e sui profili Facebook @TopolinoMagazine, Instagram @TopolinoMagazine e Twitter @TopolinoIT



from WordPress http://ift.tt/2BJl9sP
Vai su www.afnews.info per altre news!

Il nuovo (nuova?) “Doctor Who” ora ha anche un nuovo logo!

afn:
Il nuovo (nuova?) “Doctor Who” ora ha anche un nuovo logo!

“Doctor Who” si rinnova: dal primo “Dottore” donna, Jodie Whittaker, passando per il cast di supporto totalmente rinnovato (Mandip Gill, Tosin Cole, Bradley Walsh), fino al nuovo showrunner (Chris Chibnall al posto di Steven Moffat)… e ora pure un nuovo logo (diffuso via twitter) che preannuncia – chissà – altri più sostanziali cambiamenti nella storica serie tv targata BBC.

All’immagine si accompagna anche un breve video introduttivo:

Che dire? Promette bene…



from WordPress http://ift.tt/2BKGRNe
Vai su www.afnews.info per altre news!

mercoledì 21 febbraio 2018

L’Uomo-Pecora

afn:
L’Uomo-Pecora

Didascalia e fonti della vignetta si trovano cliccando sull’immagine

L’ Editoriale a Fumetti di oggi si ispira a questa notizia QUA



from WordPress http://ift.tt/2olsyqX
Vai su www.afnews.info per altre news!

Video: Il Museo del Fumetto in 90 secondi!

RED SONJA e TARZAN, grazie a GAIL SIMONE e WALTER GEOVANI

afn:
RED SONJA e TARZAN, grazie a GAIL SIMONE e WALTER GEOVANI

Gail Simone and Walter Geovani are reuniting with Red Sonja – and adding in Edgar Rice Burroughs’ Tarzan to the mix. The Red Sonja and Clean Room duo are launching an miniseries titled Red Sonja/Tarzan in May from Dynamite Entertainment. The length of the series is not stated…

afNews Web Surf – Vai direttamente alla fonte della notizia: newsarama.com.


Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. Tuttavia, se dopo aver letto la traduzione di Google Traduttore hai ancora qualche dubbio, puoi scrivere in Redazione e chiedere aiuto.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.



from WordPress http://ift.tt/2EV8MvL
Vai su www.afnews.info per altre news!

Gli Incredibili 2, prima occhiata ai giocattoli del film Pixar

afn:
Gli Incredibili 2, prima occhiata ai giocattoli del film Pixar

Trovi tutto su: Movie for Kids.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2ESn6Fn
Vai su www.afnews.info per altre news!

Cartoomics 2018, il programma completo con gli eventi per tutta la famiglia

afn:
Cartoomics 2018, il programma completo con gli eventi per tutta la famiglia

Trovi tutto su: Movie for Kids.


afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia.


Se l’articolo ti piace, non essere egoista: condividine il link sui tuoi social o dove preferisci! Puoi usare gli appositi pulsanti qui di seguito.




from WordPress http://ift.tt/2sK6oTG
Vai su www.afnews.info per altre news!

martedì 20 febbraio 2018

IRISH FILM FESTA: i film in concorso della 11a edizione

afn:
IRISH FILM FESTA: i film in concorso della 11a edizione

 Con il patrocinio di Embassy of Ireland – ArchiMedia  presenta:

IRISHFILMFESTA –  11

ROMA, 21 – 25 MARZO 2018

Casa del Cinema, Largo Marcello Mastroianni 1 (Villa Borghese)

www.irishfilmfesta.org

IRISH FILM FESTA, 11a edizione
I cortometraggi in concorso

Giunge all’11a edizione IRISH FILM FESTA, il festival interamente dedicato al cinema irlandese che quest’anno si terrà dal 21 al 25 marzo, come di consueto alla Casa del Cinema di Roma.

Il concorso, riservato ai cortometraggi di produzione o co-produzione irlandese, presenta quest’anno sedici opere che spaziano tra vari generi e tecniche di realizzazione, tutte in prima visione italiana.

Siamo molto soddisfatti per la grande qualità, oltre che quantità, dei corti che abbiamo ricevuto quest’anno, nonostante ciò ci abbia costretto a scelte non facili per selezionare i finalisti. E siamo molto soddisfatti anche della larga percentuale di candidature arrivate dal Nord Irlanda, che confermano e rafforzano lo spirito pienamente ‘All Ireland’ del nostro festival”, commenta il direttore artistico Susanna Pellis.

A Break in the Clouds di Tristan Heanue (anche attore, presente in concorso l’anno scorso con Today) e QED di Amy-Joyce Hastings (già ospite in più occasioni di IFF, come regista e attrice) mettono in scena l’evoluzione del rapporto di coppia in momenti particolarmente difficili. Il rapporto tra genitori e figli è invece al centro di Guard diretto da Jonathan Harden, nel quale la boxe diventa strumento di riconciliazione familiare; in The Jar di Carleton Rodgers i sogni di un bambino che vorrebbe diventare astronauta si scontrano con la durezza del mondo reale; Listen di David Moody racconta le difficoltà di una famiglia per la quale il gaelico è una barriera linguistica.

The Date, miglior cortometraggio al Galway Film Fleadh 2017, è un’intensa storia d’amore sospesa tra passato e presente, e segna il debutto cinematografico della regista teatrale Selina Cartmell, attualmente alla direzione Gate Theatre in Dublin.

Tre cortometraggi sperimentano poi le potenzialità del linguaggio documentaristico su storie di finzione: Native di Linda Bhreathnach sceglie come interprete unico Patrick Bergin e si avvale della fotografia di Seán T. O’Mailleagh (lo abbiamo già conosciuto come attore nel western An Klondike e nella serie tv storica 1916 Seachtar na Cásca) per un poetico viaggio di ritorno a Ros Muc nel Connemara; Lava Lisa di Edward Cleary si interroga sulle conseguenze che un trauma emotivo può avere nella vita di una persona; You’re not a Man at All di Pádraig Conaty è invece una delicata esplorazione dell’identità umana, con Seamus O’Rourke grande protagonista.

Spazio anche alla commedia con il surreale Gustav di Denis Fitzpatrick e Ken Williams interpretato da Seán T. O’Mailleagh, e Marky’s Bad Week di Daniel Holmwood con Thomas Dunne (conosciuto anche come il rapper Tommy KD) e Caoilfhionn Dunne (l’abbiamo vista l’anno scorso in In View); il nordirlandese The Captors di Chris Baugh con Stuart Graham è invece un thriller su un rapimento dalla svolta inaspettata.

I quattro cortometraggi animati, tutti in animazione 2D, sono infine: Coranna di Steve Woods, ispirato a fatti realmente accaduti nel periodo della Grande Carestia Irlandese e realizzato con la tecnica rotoscopica; l’ironico Departure di Aoífe Doyle e il delicato Late Afternoon di Louise Bagnall (prodotto da Cartoon Saloon, lo studio di Song of the Sea e The Breadwinner) che affrontano entrambi il tema della vecchiaia, dei ricordi e dei legami familiari; lo stilizzato The Line di Dillon Brannick, sul rapporto padre-figlio in un momento di dolore.

Sempre nel campo dell’animazione, sarà presentato fuori concorso il bellissimo “An Béal Bocht” / “The Poor Mouth” del noto regista Tom Collins, primo adattamento in animazione dell’unico romanzo in lingua gaelica dello scrittore e giornalista irlandese Flann O’Brien. Vincitore del Galway Film Fleadh 2017, il corto è il risultato di una co-produzione tra la Raw Nerve Productions e la De facto Films;  mentre la direzione delle animazioni, realizzate al Nerve Centre di Derry-Londonderry in stretta sinergia con il regista, è di John McCloskey (Midnight Dance).

IRISH FILM FESTA, creato e diretto da Susanna Pellis, è prodotto dall’associazione culturale Archimedia ed è realizzato in collaborazione con Irish Film Institute; con il sostegno di Culture Ireland, Irish Film Board, Turismo Irlandese; e il patrocinio dell’Ambasciata irlandese in Italia.

LIVE ACTION

A BREAK IN THE CLOUDS (Irlanda, 2017) | Tristan Heanue

Prod. Paddy Slattery, Tristan Heanue – 19’25’’

con Gemma-Leah Devereux, Tristan Heanue, Marie Ruane, Linda Bhreathnach

Una giovane coppia fa fatica a riassestare la propria vita dopo la nascita del primo figlio.

THE CAPTORS (Irlanda del Nord, 2015) | Chris Baugh

Prod. Brendan Mullin – 16’02’’

con Nigel O’Neill, Stuart Graham, Jonathan Harden, Lacy Moore, Seamus O’Hara

Tre rapinatori devono prendere una decisione impossibile quando la vittima, un uomo molto ricco, scopre il loro piano.

THE DATE (Irlanda, 2017) | Selina Cartmell

Prod. Claire Gormley – 16’13’’

con Charlene McKenna, Rory Fleck-Byrne

Brian e Sinead si incontrano per un drink nel loro bar preferito e ricordano l’amore che li univa.

GUARD (Irlanda del Nord, 2017) | Jonathan Harden

Prod. Jonathan Harden, Bronagh Taggart, Sean A. Murray – 13’26’’

con Bronagh Taggart, Michael McElhatton, Ian McElhinney, Carol Moore, Mosa Kambule

Suo padre esce dal carcere, e una giovane donna deve fare i conti con dei ricordi dolorosi. Una riappacificazione sembra possibile solo quando lui le insegna a boxare.

GUSTAV (Irlanda, 2017) | Denis Fitzpatrick & Ken Williams

Prod. Steven Daly – 11’38’’

con Seán T. O’Mailleagh, Charlene Gleeson, Glen Barry

Un giovane si sveglia con una melodia in testa. Come ci è finita?

THE JAR (Irlanda del Nord, 2017) | Carleton Rodgers

Prod. Michael Costello, Carleton Rodgers – 19’42’’

con Brandon Brownlee, Paul McGuinness, Rachel McGrane, Caolan Johnston, Will O’Hare

Jake coltiva l’infantile ambizione di diventare astronauta raccogliendo monetine in un barattolo. Ma qualcuno è pronto a calpestare i suoi sogni. Jake riuscirà lo stesso a fare il grande passo nello spazio?

LAVA LISA (Irlanda, 2017) | Edward Cleary

Prod. Edward Cleary, Karol Stankiewicz  – 10’02’’

con Grainne Boyle, Sorcha Herlihy, Sam Lucas Smith, Mary Pat Moloney

Un documentario di finzione su una donna che affronta un evento traumatico del passato in maniera molto insolita.

LISTEN (Irlanda del Nord, 2017) | David Moody

Prod. Emma Mullen – 10’

con Naseen Morgan, Brian Milligan, Muireann McSherry

La lingua gaelica nella Belfast di oggi, una storia raccontata dal punto di vista di una giovane famiglia che fa fatica a comunicare.

MARKY’S BAD WEEK (Irlanda, 2017) | Daniel Holmwood

Prod. Paul Rowland – 5’59’’

con Thomas Dunne, Caoilfhionn Dunne

Marky ha appena passato la settimana peggiore della sua vita e vorrebbe rilassarsi con uno spinello. Ma le cose vanno di male in peggio quando incrocia una vecchia conoscenza.

NATIVE (Irlanda, 2017) | Linda Bhreathnach

Prod. Linda Bhreathnach & Marina Yarnell Donahue – 13’51’’

con Patrick Bergin

Un lavoratore emigrato che torna a casa dopo tanti anni: Native parla di immigrazione e di ritorno, e della capacità di superare le sofferenze che fanno parte della vita.

QED (Irlanda, 2017) | Amy-Joyce Hastings

Prod. Michael O’Kelly, Trisha Flood, Danielle Collins, Jannik Ohlendieck – 17’10’’

con Donna Anita Nikolaisen, Michael O’Kelly, Norma Sheahan, Charlene Gleeson, Steve Wilson

QED affronta il tema dell’amore sacrificale e pone la domanda definitiva: ‘Cosa non si farebbe per amore?’

YOU’RE NOT A MAN AT ALL (Irlanda, 2017) | Pádraig Conaty
Prod. Andréa Farrell – 9’56’’

con Seamus O’Rourke

Una competizione canora organizzata in un piccolo villaggio dà l’occasione a un solitario allevatore di svelare un segreto.

ANIMAZIONE

CORANNA (Irlanda, 2017) | Steve Woods

Prod. Steve Woods – 8’50’’
Ispirato a fatti realmente accaduti al tempo della Grande Carestia Irlandese. Un ragazzo gareggia col suo cavallo, Coranna, per salvare il villaggio dalla catastrofe. Ma bisognerà attendere cambiamenti molto più grandi affinché la gente sia salva dalla fame.

DEPARTURE (Irlanda, 2017) | Aoífe Doyle

Prod. Niamh Herrity – 9’13’’

Una nonna irlandese sfugge alla sua vita solitaria in modo del tutto inaspettato.

LATE AFTERNOON (Irlanda, 2017) | Louise Bagnall

Prod. Nuria González Blanco – 9’22’’

Emily si perde nei ricordi e rivive momenti importanti della sua vita. La sua esistenza è sospesa tra passato e presente, eppure lei si sforza di collegarli.

THE LINE (Irlanda, 2017) | Dillon Brannick

Prod. IADT – 4’45’’

Un’osservazione del rapporto tra genitore e figlio nel momento in cui il dolore sembra insopportabile.

IRISH FILM FESTA, creato e diretto da Susanna Pellis, è prodotto dall’associazione culturale Archimedia ed è realizzato in collaborazione con Irish Film Institute; con il sostegno di Culture Ireland, Irish Film Board, Turismo Irlandese; e il patrocinio dell’Ambasciata irlandese in Italia.

www.irishfilmfesta.org | #IRISHFILMFESTA

Facebook: /irishfilmfesta

Twitter: @IrishFilmFesta

Instagram: @irishfilmfesta

YouTube: IrishFilmFesta Roma



from WordPress http://ift.tt/2EWp9YO
Vai su www.afnews.info per altre news!